Tarte Tatin

Un look moderno per un classico della pasticceria francese – su una base friabile poggiano fondenti mele caramellate.

Il Dolce

Un dolce di mele tradizionale del XIX° secolo, la Tarte Tatin fu inventata da Stéphanie e Caroline Tatin,proprietaria di un albergo. L’ Hôtel Tatin era costantemente frequentato da cacciatori.

La storia racconta che una Domenica mattina Stéphanie, fu disturbata dagli scoppi dei fucili mentre preparava la sua torta di mele per il pranzo dei cacciatori. Nel pieno della confusione Stéphanie mise la torta in forno. Quando si accorse che aveva dimenticato di mettere la base della torta decise di ovviare alla situazione appoggiandola sulle mele. I cacciatori trovarono quel nuovo dolce assolutamente soblime e fu cosi che nacque la Tarte Tatin.

Abbiamo semplicemente modernizzato il design di questo dolce, preservandone gli antichi sapori e ingredienti. Come mela scegliamo la Reinette d’Orleans, poichè sembra fosse questà la varietà utilizzata da Stéphanie. La Reinette è una mela che data dell’ultima meta del XVIII° secolo ed è perfetta per questa preparazione, per via del suo sentore di nocciola e della sua croccante consistenza. Siamo fieri di poter attingere le nostre mele dalla Val Brembana.

La Storia

“In Francia, ogni famiglia ha la sua ricetta. La mia proviene dal libro di ricette manoscritte della mia Bisnonna. Blanche era una donna straordinaria, uno spirito libero. Lavorava come cuoca presso il castello del conte de La Barillère, in Normandia, ed era amata e rispettata come se fosse un membro della famiglia. Mia mamma, che spesso ha giocato nella corte del castello coi figli del conte è degna erede di sua nonna e devo ammettere che prepara una Tarte Tatin migliore della mia.”

Tarte Tatin

Un look moderno per un classico della pasticceria francese – su una base friabile poggiano fondenti mele caramellate.

Il Dolce

Un dolce di mele tradizionale del XIX° secolo, la Tarte Tatin fu inventata da Stéphanie e Caroline Tatin,proprietaria di un albergo. L’ Hôtel Tatin era costantemente frequentato da cacciatori.

La storia racconta che una Domenica mattina Stéphanie, fu disturbata dagli scoppi dei fucili mentre preparava la sua torta di mele per il pranzo dei cacciatori. Nel pieno della confusione Stéphanie mise la torta in forno. Quando si accorse che aveva dimenticato di mettere la base della torta decise di ovviare alla situazione appoggiandola sulle mele. I cacciatori trovarono quel nuovo dolce assolutamente soblime e fu cosi che nacque la Tarte Tatin.

Abbiamo semplicemente modernizzato il design di questo dolce, preservandone gli antichi sapori e ingredienti. Come mela scegliamo la Reinette d’Orleans, poichè sembra fosse questà la varietà utilizzata da Stéphanie. La Reinette è una mela che data dell’ultima meta del XVIII° secolo ed è perfetta per questa preparazione, per via del suo sentore di nocciola e della sua croccante consistenza. Siamo fieri di poter attingere le nostre mele dalla Val Brembana.

La Storia

“In Francia, ogni famiglia ha la sua ricetta. La mia proviene dal libro di ricette manoscritte della mia Bisnonna. Blanche era una donna straordinaria, uno spirito libero. Lavorava come cuoca presso il castello del conte de La Barillère, in Normandia, ed era amata e rispettata come se fosse un membro della famiglia. Mia mamma, che spesso ha giocato nella corte del castello coi figli del conte è degna erede di sua nonna e devo ammettere che prepara una Tarte Tatin migliore della mia.”

Ingredienti

Mele, Burro, Zucchero, Farina, Glucosio, Polvere d’oro